home page
   

News
POODLE CLUB OF AMERICA PDF Stampa E-mail

 ABBIAMO VINTO !!!!!!!!!!!!!!!!!


PCA o per meglio dire poodle club of America national specialty, il paradiso per qualsiasi barbonista (dicesi barbonista persona dall'assetto mentale non proprio "in bolla" dedito all'adulazione della Razza divina), il raduno annuale di tutti i barboni statunitensi ogni anno al Wicomico center situato a Salisbury mariland a 3 ore di macchina da Philadelphia, in questo enorme palazzo sportivo vengono ricreati smisurati ring su tappeti di erba vera innaffiata tutte le sere durante i 5 giorni di gare, un 'atmosfera da sogno.

Dopo questo antefatto comincia la storia, sono mesi che programmiamo con laura (mia breeder partner nell'affisso "dei Gini") ed Irene (la proprietaria) la carriera di Memole (il nome di pedigree era breve "Chanel" ma la nuova mamma ha un debole per i cartoon) già dalla tenera età di 6 mesi si è affermata in diverse expo, appena entrata in giovani a 9 mesi si sono susseguiti bos e bob sugli adulti ed i campioni, a quindici mesi il galoppo comincia a diventare corsa con bob in italia ed all'estero tra i quali bob a Lussemburgo dalla classe intermedia su 54 barboni medi tra i quali svariati campioni.

A questo punto mi viene la brillante idea di sbarcare con la piccola sul nuovo continente sarà il mio terzo pellegrinaggio al Gotha Pca e la seconda volta come espositore ma, si c'è sempre un ma, bisogna cambiare il vestitino alla nostra beniamina, dalla puppy clip scandinava che l'ha vista tante volte vincitrice all'obbligatoria continental, negli stati uniti sotto i 12 mesi i barboni vengono esposti in puppy americana e dopo in continental oppure english saddle, le mie compagne sono un pò insicure molto spesso la cariera di un medio messo in continental in europa non è facile i giudici non sono abbituati a questo taglio in questa taglia ah ah ah, ma io ci credo una bella donna è bella con qualsiasi abito.

Tre settimane prima della partenza compio il taglio e cuci e proviamo la nuova mise a Marsiglia con un bos ed a Desio bob terza al gruppo e miglior barbone.

Hugues (il mio partner) mi raggiunge a Milano e comincia l'avventura, ho trovato degli ottimi biglietti e Memole viaggia con noi in cabina, arrivati a Philadelphia noleggiamo una chevrolette (per sentirci più american stile) e arriviamo a Salisbury ridente città del golfo, dove tra l'altro è stato girato Forrest Gump, ormai e già notte, il giorno dopo facciamo una prima escursione per controllare la situazione parcheggi e spazi toelettatura e per conoscere il futuro marito di Memole il signorino è un astro nascente degli show tale Clarion Camelot Persuasion, i due si piacciono per fortuna.


L'indomani è mercoledì i maschi sono in campo noi siamo entrambi persi nello show io nei preparativi per toelettare la diva e dare una mano alla mia amica Ann Rairigh (handler ed allevatrice di grande fama , non chè mia mentore statunitense, per l'europa l'oneroso compito tocca alla povera Lorena Merati), mentre Hugues ammira i giudizi sono presenti più di 150 maschi di tutte e tre le taglie (negli Usa non esistono i nani come in tutti i paesi anglofoni) mi chiama giusto in tempo per assistere al giudizio di Mr Darcy, nomignolo del futuro consorte, che si piazza secondo della classe ma anche reserve winner dog, cosa non così semplice sono presenti 8 classi (da 6 a 9 mesi, da 9 a 12, da 12 a 18, amateur owner handler, novice ,breed by, american breed e open; questo per consentire agli handler di presentare più cani su differenti classi) tutte con una media di 8 iscritti.


Eccitati dalla bella giornata e dai tanti bei cani visti andiamo a cena con alcuni amici e poi in albergo, riesco anche a dormire bene sperando solo in un piazzamento che mi consenta di fare la foto con i giudici e donare alla piccola più visibilità.

Giovedì, è il gran giorno i giudizi dei miniature cominceranno alle 13 l'attesa e snervante ma mi consente di dare una mano per la preparazione dei giganti e poi dedicarmi a Memole che sembra rilassata ma gioiosa, alle due sono pronto fuori dal ring lei mi guarda siamo in sintonia Hugues e vicino pronto con lacca forbice e spazzola per eventuali ritocchi , oggi c'è piu caos le classi delle femmine sono più numerose dei maschi, la nostra classe 12 a 18 (la piccola ha solo 16 mesi e mezzo) viene chiamata, il mio numero è il primo entriamo, dopo aver giudicato tutte le concorrenti la giudice ci invita ad un altro giro di ring mi mette in prima posizione, non ci posso credere la classe è nostra, si sentono schiamazzi italiani esco e tutti mi si fanno vicini anche le future suocere (le padrone di Darcy), ritorno al mio tavolo contento ma, c'è sempre un ma ah ah ah, il gioco si fà duro bisogna aspettare che finiscano le altre classi per rientrare, in palio c'è la winner bitch (più bella femmina delle classi).


Io sono già appagato e comincio a rilassarmi ma Ann mi riporta all'ordine Memolina va risistemata per lo spareggio, non ci credo molto così la porto a fare una veloce uscita bisognini e poi tranquillo le do gli ultimi ritocchi.

Chiamano il nostro numero rientro attorniato dai migliori handler e da le bellissime della giornata, la guidice Ms Beverly Jean Nelson ricontrolla tutte le pretendenti una ad una meticolosamente, e ci comincia a far girare più volte chiede di piazzare le cagne e prende alcuni secondi poi comincia a camminare si ferma punta il dito e dice:_ my winner Bitch, non capisco si sentono urla in italiano sento le voci dei miei amici americani gli altri handler mi guardano così alzo lo sguardo eeeee... quel dito è puntato verso di noi (wowwwwwww), incredulo mi alzo e frastornato mantenendo un certo contegno mi avvicino alla giudice che mi conduce al tavolo consegnandomi la preziosa coccarda viola simbolo dei winner e la medaglia d'oro, usciamo dal ring mi sono tutti attorno mi baciano mi abracciano riesco a scavare tra la folla un bacio uno sguardo d'intesa e Hugues mi accompagnia all'angolo foto.

E vai è un sogno non ci credo, ma la foto c'è dunque è successo, per la prima volta nella storia del pca un cane nato in europa e di proprietà europea conquista questo successo, per lo meno nella sua taglia, considerando poi che Chanel ha la coda integra ed è allevata da allevatori italiani soci del Club Cani Compagnia, di propietà italiana di una socia CCC e toelettata e presentata da un italiano socio CCC, si può dire che "italians do it better".


Rilavo via la lacca con un veloce bagnetto riimpacchetto Memole e camminando a 3 metri sopra il cielo arriviamo in albergo è ora di una foto ma intima tra di noi solo noi due stanchi soddisfatti sul letto con tutti i premi io e lei, l'ho vista nascere era piccola e bagnata ed adesso è bella altera  gioiosa mi guarda come per dirmi " papy ti è piaciuto il regalo", si tesoro ci hai regalato un sogno bagnato di lacrime di gioia di tutti noi che ti amiamo piccolo mostriciattolo.

GRAZIE MEMOLINA (dalle mamme Laura ed Irene e dai papy Hugues e Biagio)


Chanel ( Memole) è nata  il 12/06/08
da am ch Marsuz N' Madfir A Magic Reflection
e da multi ch Clarabella

all.to dei Gini  di besati e cellamare

toelettata e presentata da biagio cellamare

proprietà di irene ferrato

 

di

Biagio Cellamare